(IN) Netweek

CASTELLANZA

A Villa Pomini in mostra le opere di GIancarlo Cerri

Share

L’arte di Giancarlo Cerri, pittore milanese classe 1938, è sempre stata caratterizzata da due aspetti: il forte impatto visivo dei suoi dipinti in un rinnovarsi continuo di forme e sintesi; quindi l’inesauribile impegno che lo hanno portato a una stimolante operatività creativa, interrotta solo nel 2005, quando gli occhi gli hanno impedito di continuare a fare ciò che ama di più nella sua vita: la Pittura. Ma l’attività di Cerri non si è mai fermata. Almeno sino ad ora, perché la mostra «Dal paesaggio reinventato all’astrattismo concreto, dipinti 1995-2015», in programma a Villa Pomini di Castellanza dal 7 al 28 febbraio è l’ultimo capitolo di un lungo percorso che lo ha visto esporre in Italia e all’estero. La mostra, realizzata con il patrocinio del Comune, ideata e curata da Franco Azimonti insieme allo stesso Giancarlo Cerri, è un'ampia antologica sull’ultimo decennio di attività del pittore (1995-2005) con circa 50 opere, molte delle quali mai esposte, come la serie Per amore del paesaggio (1995) e la serie delle Sequenze nere realizzate nel 1999, a inquadrare in particolare due periodi del maestro lombardo quasi completamente sconosciuti. «Sono un pittore che ama la Pittura Pura, quella che sta dentro la punta del pennello, che scaturisce dal colore». L’esposizione segna il passaggio da una pittura densa e materica dalla grande forza vitale alla stagione dell’Astrattismo Concreto con dipinti dove i colori si dilatano, si appiattiscono e si semplificano.

Leggi tutte le notizie su "Varese7"
Edizione digitale

Autore:pil

Pubblicato il: 05 Febbraio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.