(IN) Netweek

VARESE

Eletto il direttivo dell’associazione Carabinieri in congedo di Varese E’ stato presentato al comando provinciale dei carabinieri

Share

Nuovo direttivo per l’Associazione carabinieri in congedo cittadina. Il direttivo è stato presentato nei giorni scorsi ail Comando provinciale dei carabinieri, alla presenza del Comandante provinciale, il Colonello Alessandro De Angelis. Fanno parte del Consiglio il Luogotenente Lorenzo Magnolo (vicepresidente), il Carabiniere Claudio Berlusconi, il carabiniere Angelo Motta, il vicebrigadiere Antonino Scandura, il vicebrigadiere Vito Calabrese, l’appuntato Flavio Pintus, il vicebrigadiere Orazio Costa, il sottotenente Raffaele Stragapede. Il brigadiere Gaetano Cometa è il segretario e sono revisori dei conti il maresciallo capo Francesco Ceddia e il maresciallo capo Pietro Mulas. Il presidente dell’Anc, il Tenente Roberto Leonardi, ha espresso soddisfazione per l’avvio dei lavori del Consiglio direttivo, il cui entusiasmo sarà di certo rilevante per raggiungere tutti gli obiettivi dell’Anc illustrati nel corso della conferenza stampa. Il primo, quello della sede, è stato già raggiunto in poche settimane dall’inizio del mandato e dopo 18 mesi di assoluta precarietà logistica, l’Anc, grazie anche all’intervento del sindaco Fontana e dell’assessore Montalbetti, tornerà nella sede storica di via Magenta, alla caserma Garibaldi, almeno fino all’inizio dei lavori di ristrutturazione. Dopodiché l’Anc si trasferirà nella nuova sede di via Frasconi, Biumo inferiore, pur sempre con l’obiettivo di ritornare nella sede della caserma Garibaldi, dopo la ristrutturazione, dove la speranza è che sorga, oltre alla Biblioteca comunale, una “Casa del militare” per riunire in un unico edificio tutte le associazioni d’Arma, patrimonio culturale della nostra città. Il presidente Leonardi, passando poi alle attività dell’Anc, ha sottolineato la volontà di operare in direzione di un rilancio e di un rinnovamento per un’associazione che conta più di 200 soci, tra l’altro in continua crescita. L’Anc, quindi, all’ordinaria attività di rappresentanza nelle ricorrenze civili, militari e religiose affiancherà un’attività operativa mediante la costituzione di un Nucleo operativo volontario non armato per un monitoraggio del territorio a supporto delle autorità competenti e questo al fine di accrescere il livello di sicurezza del territorio soprattutto in occasione di eventi e di manifestazioni della città. Inoltre, l’Anc di Varese affiancherà il Comando provinciale nei progetti didattici per la legalità, andando nelle scuole per educare alla legalità le donne e gli uomini di domani. Ancora, l’Anc metterà a disposizione annualmente borse di studio per i ragazzi delle scuole superiori che si distingueranno in modo particolare nella realizzazione di opere letterarie ovvero di un cortometraggio su temi individuati ogni anno dal Consiglio direttivo. L’Anc è un solido e storico esempio di vita associativa militare, parte del patrimonio di cultura militare della nostra città. Il valore dell’Arma è indiscutibile e per noi è un onore, ma anche un onere rappresentarla. Gli obiettivi prefissati dal presidente Leonardi sono ambiziosi, ma raggiungibili grazie al sostegno di un Consiglio direttivo attivo e competente e grazie alla partecipazione attiva di tutti i Soci che sono invitati a proporre fin da subito progetti e idee. Infatti, la rinnovata Anc deve fondarsi sulla trasparenza, sulla comunicazione continua tra i soci, sulla loro partecipazione attiva e sul dialogo costante con le istituzioni del territorio e le altre associazioni, militari e non solo militari. Solo così l’Anc sarà in grado di tenere alti i valori dell’Arma che quotidianamente opera al servizio della collettività a volte, purtroppo, pagando questo servizio persino con la vita.

Leggi tutte le notizie su "Varese7"
Edizione digitale

Autore:pil

Pubblicato il: 01 Aprile 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.