(IN) Netweek

VARESE

La famiglia Bosina é pronta per presentare il nuovo Re Bosino che farà  il debutto sabato con la consegna delle chiavi

Share

La Famiglia Bosina ha festeggiato il primo imperdibile appuntamento dell'anno: la «Festa d'ra Giöbia» che si è tenuta giovedì 28 gennaio nella prestigiosa cornice del Salone Estense di Varese. La serata ha avuto due momenti fondamentali: la celebrazione della donna, alla quale la festa della Giöbia è dedicata, e la proclamazione del Poeta Bosino dell'Anno. Grandi protagoniste della serata sono state, dunque, tutte le donne in ossequio alla tradizione varesina che nell'ultimo giovedì di gennaio celebra da tempo immemore la figura della donna come regina della casa e instancabile lavoratrice. Il momento in cui cade la festa è significativo perché proprio in questo periodo, un tempo, i mariti partivano per andare a lavorare all'estero e le donne prendeva le redini della famiglia sostituendoli durante i mesi in cui si trovava lontano per lavoro. Alla fine della cena, allora, essi consegnavano il cuore alle loro amate che tradizionalmente era un dolce di pastafrolla cotto nel forno della stufa a legna. Il modo scelto dal nuovo Consiglio della Famiglia Bosina per celebrare il ruolo del gentil sesso è stato quello di presentare l'opera di due donne, Livia Cornaggia e Dede Conti, che quattro anni e mezzo fa hanno inaugurato il Museo Tattile Varese, esempio sostanzialmente unico in Europa, perché esclusivamente dedicato all’esposizione di modelli tattili in legno. Nelle intenzioni delle ideatrici il Museo aspira a diventare una sorta di enciclopedia tridimensionale da sfogliare con le dita, capace di stimolare non solo l’interesse per la conoscenza tattile, ma anche e soprattutto quella per il mondo artistico. La partecipazione alla Festa della Giöbia di Livia Cornaggia e Dede Conti, oltre a voler essere stato un modo per celebrare due donne responsabili di un'opera che costituisce un vanto per la città, si specchia nel nuovo trend della Famiglia Bosina che si propone di dare rilevanza alle micro realtà culturali del territorio, spesso poco conosciute nella nostra provincia, e che ha già portato alla presentazione della collezione archeologica Castiglioni, avvenuta alla Festa degli Auguri dello scorso dicembre. Momento clou della serata sarà, poi, la proclamazione del Poeta Bosino dell'Anno al termine di un concorso che anche quest'anno ha visto la partecipazione di numerosi poeti dialettali. C’è stata, infine, la possibilità di conoscere meglio Antonio Borgato, il nuovo Re Bosino, pronto per il debutto nel nuovo ruolo che avverrà nel pomeriggio di sabato 6 febbraio con la consegna delle chiavi della Città che darà inizio alle celebrazioni del Carnevale.

Leggi tutte le notizie su "Varese7"
Edizione digitale

Autore:pil

Pubblicato il: 05 Febbraio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.