(IN) Netweek

MILANO

Diciamo dei politici, ma anche noi... L’amico del popolo di Roberto Poletti

Share

Proprio mentre a Milano un candidato alle primarie del centrosinistra proponeva mezzi pubblici gratis per tutti, pur sapendo che si tratta di un’operazione insostenibile che rischierebbe di mandare a carte quarantotto l’azienda di trasporto cittadina (cosa non si fa per cercare voti facili…), nei giorni scorsi in Liguria la campagna di Trenitalia contro l’evasione portava a multare in soli tre giorni ben 1.420 furbetti su 145 convogli regionali, con verbali per la cifra record di 23mila euro. Il politico di Milano sapeva di fare una sparata per sedurre gli elettori, i viaggiatori a scrocco liguri sapevano di fregare la collettività non pagando il biglietto del treno.

Perché metto assieme queste due notizie apparentemente insignificanti? Semplicemente per dire che siamo tutti uguali. Che ci lamentiamo perché i politici fregano, e ci fregano, ma anche noi, alla prima occasione, facciamo i furbi. Non importa se uno gratta tanto o poco. Importa il principio.

Tra i 1.420 portoghesi di Liguria e i mille del Parlamento italiano c’è una sola differenza. L’ammontare della pensione. Per il resto, i liguri che han fatto i furbi e magari mentre andavano a lavorare son fatti della stessa pasta degli scaldapoltrone romani.

Leggi tutte le notizie su "Varese7"
Edizione digitale

Autore:plt

Pubblicato il: 05 Febbraio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.