(IN) Netweek

MILANO

GB-UE, trovata l’intesa per scongiurare la Brexit In collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea

Share

Raggiunta una storica intesa sul nuovo status della Gran Bretagna all'interno dell'UE. L'accordo, raggiunto dai capi di Stato e di governo dei 28 Paesi UE lo scorso 19 febbraio, affronta tutte le questioni sollevate dal primo ministro inglese David Cameron. Sulla governance economica, sono stati fissati i principi della cooperazione tra i Paesi euro e non-euro. Le regole dell'unione bancaria si applicheranno solo ai Paesi della zona euro. I Paesi non-euro non avranno responsabilità di bilancio nel garantire la stabilità finanziaria dell’eurozona e non potranno ostacolare le decisioni riguardanti l'area euro.

Decisa anche la semplificazione delle regole UE per rilanciare la competitività delle imprese europee all’interno del mercato unico. Sulla sovranità, niente obbligo per la Gran Bretagna di aderire a un’integrazione politica. Rafforzato inoltre il principio di sussidiarietà per garantire che le decisioni siano adottate il più possibile vicino ai cittadini.

Sulla libera circolazione delle persone all'interno dell'UE, è stato raggiunto un accordo riguardo al cosiddetto “freno d'emergenza”, che prevede per i cittadini europei nel Regno Unito un graduale accesso ai servizi del welfare britannico. Concordate misure per evitare abusi, quali i matrimoni fittizi.

Quest'accordo sarà sottoposto al giudizio degli elettori britannici nel referendum del 23 giugno. Se la Gran Bretagna deciderà di restare nell’UE, l’accordo diventerà irreversibile e giuridicamente vincolante.

Leggi tutte le notizie su "Varese7"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 04 Marzo 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.